Concluso con pieno successo il Congresso di Bologna

Una due giorni di intenso lavoro, con interventi e proposte di alto livello. Questo il giudizio unanime dei partecipanti al nostro terzo congresso nazionale che si è tenuto il 19 e 20 ottobre scorsi. Si è riusciti infatti in primo luogo a rafforzare la visibilità dell’associazione e le sue relazioni con una serie di interlocutori istituzionali importanti, come testimoniato dagli interventi del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, del Presidente della Commissione giustizia del Senato Andrea Ostellari, del membro laico del CSM Filippo Donati, del nuovo Segretario Generale del Consiglio di Stato Gabriele Carlotti, del Presidente del Consiglio nazionale forense Andrea Mascherin. Autorevolmente presente anche la magistratura amministrativa, con i presidenti delle maggiori associazioni e molti consiglieri di stato e magistrati TAR, tra i quali anche il Presidente emerito Alessandro Pajno, che hanno seguito entrambe le giornate di lavori.
Si è quindi avuto modo di condividere e comunicare all’esterno il pacchetto delle proposte per la riforma della giustizia amministrativa, che ha suscitato interesse e già le prime condivisioni, ad esempio in materia di riduzione del contributo unificato, di revisione delle competenze del TAR del Lazio e di introduzione di ADR. Ora l’insieme delle proposte, previo l’ulteriore affinamento che terrà conto delle indicazioni provenute dal dibattito, verrà portato formalmente alle Commissioni parlamentari e al Governo perché possano quanto prima diventare legge.

La relazione del Presidente dell’Unione nazionale avvocati amministrativisti Umberto Fantigrossi al III Congresso di Unaa
La relazione

Congresso Unaa, le schede delle proposte di riforma presentate a Bologna

Le schede

La rassegna stampa dal Congresso

IL SOLE 24 ORE
No a nomine politiche per Palazzo Spada (G.Negri)

IL DUBBIO
Da Goldoni a noi, senza fiducia non esiste il rapporto tra..(S.Bigolaro)

 

2018-11-08T20:29:24+00:00 8 novembre, 2018|News|